Registrati





A password will be e-mailed to you.

I nostri Footballers:

Subscribe via Twitter
Followers
Subscribe via Facebook
Fans
Subscribe via Email
Subscribe
Subscribe via RSS
Readers
Su Erbasintetica.com trovi i migliori prati in erba sintetica per i tuoi campi da gioco.
Sur GazonSynthètique24.com vous trouver les meilleures pelouses en gazon synthétique pour vos terrains de jeux.

The Blog Single Page

Elfootball organizzazioni sportive > Finale Primavera calcio a 7

Finale Primavera calcio a 7

Nel calcio il termine "miracolo" è spesso abusato. Capita però, di tanto in tanto, che non sia sbagliato utilizzare questa parola e la finale del Primaverile 2017 di ElFootball è l'eccezione che conferma la regola. Sembrava infatti tutto pronto per l'ennesimo trionfo di Carrozzeria Catalani che a dieci minuti dalla fine era in vantaggio grazie a una perla di Magno e in apparente controllo. Invece capita che i rosanero restino in 6, soffrano e si difendano strenuamente, prima di subire il clamoroso ribaltone nel recupero.

E così a vincere è la matricola, i baby fenomeni di Padella Pazza che dimostrano di avere, oltre che un grande talento, pure un cuore immenso. Spadoni e Ramundo guidano un'impresa che non potrebbe non definirsi tale e regalano alla squadra di Leotta il biglietto per la Sardegna. Un trionfo giusto, perché se i bianconeri potevano non essere i favoriti in finale, sicuramente hanno dimostrato di essere i più forti lungo tutto l'arco del Primaverile.

Al Comunale di Cormano va in scena dunque la finale più attesa e più facile da immaginare all’inizio di questi playoff. Da una parte Padella Pazza, dominatrice della fase a gironi e unica capace di battere Carrozzeria da quasi un anno a questa parte, dall’altra appunto i Catalani, all’appuntamento con la storia per la possibilità di vincere tutti e quattro i trofei messi in palio nel corso della stagione. Un epilogo semplicemente stellare che si rivela tale anche dopo il fischio di inizio che vede i rosanero partire in maniera decisamente più spigliata, anche se il primo intervento lo deve compiere Speroni su un tracciante di Guarino. Padella Pazza infatti sembra un po’ intimorita dal ritmo e dalla cattiveria agonistica dei rivali che sviluppano buone trame grazie alla corsa e alle geometrie di Loew e il lavoro di sponda di Merafina.

Sono proprio loro due a confezionare la prima palla gol del match, quando il numero 8 pesca in area il centravanti che con un colpo sotto batte Del Corno, ma trova la traversa a dirgli di no. Il predominio territoriale di Carrozzeria aumenta poi nel momento in cui in campo entra Magno, un imprendibile peperino che mette in crisi la retroguardia bianconera partendo da destra. È lui a centrare il palo con un velenoso diagonale, mentre Merafina da due passi non riesce a concretizzare il tap-in vincente. Padella Pazza barcolla, ma non crolla e anzi fa vedere di essere viva causando un brivido sulla schiena di Speroni quando Mandelli pesca Leotta solo in area e l’attaccante può calciare a botta sicura colpendo però il montante a portiere battuto.

Per rompere gli indugi serve chiaramente un episodio che capita quando il braccio di Chiodo intercetta un colpo di testa di Magno: è calcio di rigore che Loew freddamente trasforma e porta avanti i suoi. La buona sorte sembra quindi dalla parte di Carrozzeria, perché Padella Pazza si scuote subito e in contropiede Spadoni trova il palo a dirgli di no e come se non bastasse, mentre si attende solo il riposo, Merafina modella spalle alla porta una bella palla per Magno che da posizione defilata pesca una gran conclusione che si infila all’angolino e sembra dare il titolo ai Catalani con venticinque minuti d’anticipo.

Tutto sbagliato invece, perché nella ripresa Padella Pazza ritrova verve e coraggio e dopo un grande intervento di Del Corno su un bolide di Magno i bianconeri riescono a riaprire il discorso: Leotta dal cerchio di centrocampo butta in mezzo un pallone su cui si fionda Spadoni che di testa batte Speroni. I sogni di rimonta di Padella Pazza rischiano però di finire immediatamente in fumo, nell’episodio che scatenerà le proteste di Carrozzeria a fine gara: Merafina va in pressing su Del Corno, il quale dopo un contatto finisce a terra e il numero 11 rosanero infila a porta sguarnita.

Il direttore di gara giudica però falloso l’intervento dell’attaccante sul portiere e i bianconeri, scampato il pericolo, pescano il pareggio quando Leotta fugge sulla destra e serve Ramundo, puntuale all’appuntamento con il gol. Per i Catalani è tutto da rifare, ma i campioni del Master non si scompongono e un minuto dopo tornano avanti: il merito è di Magno che si inventa una semirovesciata alla Djorkaeff che lascia di stucco giocatori e pubblico e che vale davvero la copertina della serata. A questo punto Carrozzeria si trova con l’inerzia tutta dalla sua parte, eppure stavolta la dea bendata le volta le spalle e nel giro di un amen la malasorte si concretizza prima nel palo di Merafina e poi nel secondo sciocco giallo che si procura Loew e che fa restare i suoi con l’inferiorità numerica quando mancano dieci minuti alla fine.

A quel punto Padella Pazza prova a sfruttare il vantaggio, ma i rosanero chiudono ogni varco e concedono pochissimo, anche perché i bianconeri sembrano non poter credere a quanto capitato e falliscono due clamorose palle gol con Leotta e Ramundo. Si arriva così ai minuti di recupero, ma quando i Catalani paiono poterla spuntare ecco che al termine di una prolungata azione Ramundo riesce a servire al limite dell’area Spadoni che scaraventa in rete tutta la sua voglia di vincere. A Carrozzeria cade il mondo addosso, mentre Padella Pazza sa che non può lasciarsi sfuggire l’occasione per poterla portare a casa prima dei supplementari: Chiodo recupera palla sulla trequarti, Mandelli ci prova dal limite e trova Speroni attento, ma sulla respinta arriva prima Ramundo che infila nella porta sguarnita.

È il 4-3 e i Catalani non hanno più il tempo di rispondere perché l’arbitro fischia la fine pochi istanti dopo. È il trionfo di Padella Pazza che non può credere ai suoi occhi per una vittoria tanto incredibile quanto meritata per non aver mai mollato. I bianconeri vanno così in Sardegna, mentre a Carrozzeria Catalani non riesce un Grande Slam che sarebbe stato semplicemente leggendario, ma i rosanero non dimenticheranno comunque mai questo incredibile 2017.

Video della Finale & Premiazione disponibile su ElFootballTV

18,

Lug at 2:02 PM

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *