Registrati





A password will be e-mailed to you.

I nostri Footballers:

Subscribe via Twitter
Followers
Subscribe via Facebook
Fans
Subscribe via Email
Subscribe
Subscribe via RSS
Readers
Su Erbasintetica.com trovi i migliori prati in erba sintetica per i tuoi campi da gioco.
Sur GazonSynthètique24.com vous trouver les meilleures pelouses en gazon synthétique pour vos terrains de jeux.

The Blog Single Page

Elfootball organizzazioni sportive > Quarti di Finale Playoff Primavera calcio a 7

Quarti di Finale Playoff Primavera calcio a 7

Un meraviglioso inno al calcio, che difficilmente dimenticheremo. Si può riassumere così, in estrema sintesi, la super sfida tra Padella Pazza e PFE, ovvero la più bella partita a cui abbiamo finora assistito in questo Primaverile, sia sul piano tecnico che su quello comportamentale. A vincere sono i bianconeri che però devono patire davvero molto di più rispetto al match del girone: a risolvere la contesa al termine di cinquanta minuti semplicemente da urlo è un colpo di testa di Nardelli che premia i suoi e li manda in semifinale, beffano una PFE che non ha nulla da rimproverarsi e che anzi ai punti avrebbe probabilmente vinto.

Padella Pazza e PFE si ritrovavano quindi una di fronte all'altra a un mese di distanza dal loro primo duello. Allora, in quel del Malaspina, erano stati i bianconeri a fare man bassa, trionfando con un punteggio piuttosto rotondo e convincendo una volta per tutte sulla loro forza assoluta. Al Lope per i quarti di finali sono quindi ovviamente ancora loro i favoriti, anche se la serata di Padella Pazza si apre con un incredibile fuori programma: Leotta, centravanti e leader bianconero, si presenta al campo con due scarpe sinistre e rischia di dover dare forfait.

Una volta in campo però la squadra di Fumagalli sembra poter dettare legge ancora una volta e infatti al primo assalto è Guarino con un diagonale chirurgico ad aprire le danze. Forse perché memori della vittoria già ottenuta in passato, forse perché convinti di poter passeggiare o chissà per quale altro motivo, una volta avanti i bianconeri si addormentano improvvisamente e rimangono in letargo praticamente per tutto il primo tempo. Il merito di PFE è invece quello di non disunirsi e di cominciare a giocare come se nulla fosse successo: i claret & blue possono contare su un superbo Marchesi in difesa e su un indemoniato Pastore davanti e a colpi di futbol bailado chiudono all'angolo i rivali e costruiscono un gran numero di palle gol e se il diagonale di Scalone viene respinto da Del Corno, la conclusione a botta sicura di Pastore finisce incredibilmente alta.

Al terzo tentativo però PFE sfonda, quando Cristarella usa la clava, fa tutto da solo e pareggia i conti. Passa pochissimo ed ecco il sorpasso che arriva grazie a una conclusione mancina di Pastore, semplicemente magica. Il team di Steca però non riesce a gestire il vantaggio, una costante che durerà per tutta la gara, e così in men che non si dica Padella Pazza pareggia, colpendo ancora con Guarino praticamente in fotocopia rispetto al primo gol. I bianconeri avrebbero anche la chance per tornare avanti, ma Mandelli calcia a lato a porta sguarnita e allora prima dell'intervallo è ancora PFE a sfiorare la rete, se non fosse che Sacchini si divora per ben due volte la palla buona da pochi passi dopo che Marchesi aveva centrato il palo dalla distanza.

Se è il primo tempo è stato bellissimo, il secondo lo è ancora di più: le occasioni fioccano da ambo le parti, ma a rimettere la testa avanti è Padella Pazza, grazie a Nardelli che sfrutta alla perfezione un grande assist di Leotta. Le due squadre però si equivalgono e PFE risponde per le rime con Cristarella, ma anche stavolta i claret & blue non hanno tempo di esultare, perché Mandelli fa centro da calcio d'inizio. Sembra una serata stregata per PFE, ma cuore e voglia di Sacchini e compagni sono letteralmente immensi e la maggior fame porta i ragazzi di Steca a un clamoroso e inatteso ribaltone, in cui l'assoluto protagonista è Pastore che prima pareggia con un gol da giocatore di calcetto, quindi sigla il sorpasso con una punizione da antologia.

Stavolta a ritrovarsi alle corde è Padella Pazza, ma i bianconeri in quanto a carattere non sono secondi a nessuno e per il pari non devono aspettare troppo: è Spadoni a fare centro da distanza ravvicinata e in men che non si dica arriva pure il controsorpasso, quando Chiodo pesca il jolly su calcio piazzato da distanza siderale. Stavolta per i bianconeri pare fatta davvero, ma PFE è letteralmente immortale e trova ancora una volta le energie per pareggiare quando uno schema su punizione libera al tiro Marchesi, che non sbaglia.

Mancano una manciata di minuti al cinquantesimo e i supplementari sembrano la conclusione più ovvia per una sfida così equilibrata e spettacolare, ma in piena Zona Cesarini Nardelli sale in cielo e di testa anticipa Filippi per il gol partita. È il 7-6 e stavolta il punteggio non cambierà più nonostante Cristarella abbia un'ultima occasione per pareggiare. Avanti va Padella Pazza che affronterà ora AllaVivailParroco e sente già odore di finale. Mastica amaro PFE, una squadra fantastica che meritava sicuramente maggior fortuna (video della gara disponibile su ElFootballTV).

 

12,

Lug at 3:20 PM

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *