Registrati





A password will be e-mailed to you.

The Blog Single Page

Elfootball organizzazioni sportive > Special Natale Girone C Master calcio a 7

Special Natale Girone C Master calcio a 7

Fine 2018 ed è tempo di bilanci. Il Master ElFootball è arrivato infatti al giro di boa, ma tutto può ancora succedere.
Chi staccherà il biglietto per la Sardegna? Chi trionferà in Coppa Uefa?
Tastiamo il polso alle 32 pretendenti alla gloria.

GIRONE C

VIP GARAGE: su ElFootball sembra essere pronta ad aprirsi una nuova era, quella di VIP Garage. Nel Girone C, che poi può tranquillamente tradursi come Serie A, i ragazzi di Catalani hanno finora fatto il bello e il cattivo tempo e dopo un avvio altalenante condita dall’inattesa sconfitta con il fanalino di coda Sesna, i rosanero non si sono più fermati e il netto successo ottenuto ai danni di BinHexs dimostra quanto facciano tremendamente sul serio.
VIP Garage è un team dall’anima fortemente sudamericana, non a caso i giocatori che sinora hanno maggiormente brillato sono Biba, Paredes, Vidaure e Flores, ma la rosa è ricchissima, basti pensare a Magno, Crea e P. Cataldi, usati finora con il contagocce. Insomma, pare davvero difficile trovare qualcuno in grado di frenare la nuova creatura di Catalani. CANNIBALE       

BINHEXS: “stavolta o mai più” sembra lo spirito che anima BinHexs che per arrivare puntuale all’appuntamento con la storia ha ulteriormente rinforzato una squadra già fortissima e ha limitato gli impegni evitando l’iscrizione all’Over 40. Finora i risultati non sono mancati e infatti i biancogrigi sono virtualmente al comando del Girone C, al pari di VIP Garage.
Come detto è stato il mercato a far salire un altro gradino a BinHexs, perché ai vari Spanio, Vitali, Licciardello, Paini e Baccagli si sono aggiunti Comuzzo e soprattutto il Picici in carica Cacciatore, straordinaria macchina da gol. Sono loro i più credibili antagonisti di VIP Garage, tanto nel girone quanto per la vittoria finale e chissà che questa non sia davvero la volta buona. IMMORTALE 

AL BOCCACCIO: new entry attesissima che in avio ha faticato non poco, salvo poi trovare la famigerata quadratura del cerchio e aver spiccato il volo nell’ultima parte del girone d’andata, quando sono arrivate tre vittorie consecutive che hanno consentito a Al Boccaccio di scalare la classifica e portarsi sino al terzo posto. Al momento i blues sembrano i più accreditati al ruolo di terzo incomodo, la squadra che può frapporsi nel duopolio formato da VIP Garage e BinHexs.
La materia prima non manca, visto che quasi nessuno può contare su talenti del calibro di Raduazzo, D’Addetta, Parrinello, Sanzone e Castaldo. L’obiettivo del 2019 è dimostrare di aver effettivamente trovato la giusta continuità e conquistare i playoff, dove può davvero succedere di tutto. DIESEL          

TIRO A CAMPARI: anche per loro l’inizio è stato shock, con due sconfitte iniziali e la sensazione che i biancorossi non fossero in grado di replicare a sette quanto di buono avevano fatto a cinque. I Catalano Boys però ci hanno messo pochissimo a invertire la tendenza e dalla terza giornata in avanti sono arrivate solo vittorie, complice anche l’inserimento di una superstar assoluta come Mauri Sanchez che con i suoi gol ha saputo esaltare eccellenti elementi come Gianotti, Giachin, Guinzoni e M. Catalano.
Tiro a Campari
è ora terza e con una partita in meno e l’avvio del 2019 sarà per lei il vero momento della verità, visto che affronterà in rapida sequenza BinHexs e VIP Garage. Pronti a scoprire se per la Sardegna ci sono anche loro? METAMORFOSI     

WEST HAM: cammino inverso rispetto alle due squadre che l’hanno scavalcata nelle scorse settimane, perché al contrario di Al Boccaccio e Tiro a Campari la partenza di West Ham era stata fulminante e aveva dato l’impressione che il team di La Versa fosse una corazzata inattaccabile, pronta a spiccare il volo. Invece i claret & blue hanno racimolato appena un punto nelle ultime tre giornate e si ritrovano ora fuori dalla zona playoff, costretti a ricominciare tutto da capo.
Gli alibi per West Ham però non mancano, visto che le ultime uscite sono state condizionate dalle numerose assenze e siamo certi che quando talenti del livello di Verdelli, Bongiovanni, Ferraro e Pietropaolo riusciranno a esprimersi tutti insieme con continuità la classifica tornerà a sorridere e la qualificazione ai playoff una possibilità concreta. ALLA RICERCA DI SÉ STESSA

FCZ MILOTI: tempi duri per le tartarughe di Cormano che stanno faticando non poco a mettersi in mostra in un girone da brividi. Eppure i neroverdi sinora non hanno affatto sfigurato, giocandosela sempre alla pari con tutti e ritrovandosi al termine del girone d’andata ancora in piena corsa per i playoff, nonostante una fine di 2018 un po’ amaro. Per risalire la china nel girone di ritorno sarà fondamentale per Miloti sistemare una retroguardia che è la più battuta del campionato, anche perché dalla parte opposta del campo Ranieri e soprattutto Scerbo stanno regalando non poco spettacolo.
Con una simile coppia gol nessun traguardo è precluso, ma come dice il celebre proverbio “se gli attacchi fanno vendere i biglietti, sono le difese a vincere i campionati”. SBOTTONATA       

BLACK BULLS MILANO: anche per i gialloneri vale il discorso fatto per Miloti: il team di Trisorio è infatti infarcito di grandissimi giocatori, ma il livello eccelso delle concorrenti ha finora tarpato le ali a una squadra giovane e ancora un po’ inesperta, abituata in ogni partita a cominciare a cento all’ora salvo poi spegnersi alla prima difficoltà.
Saranno i piedi fatati di Masilla e le prodezze balistiche di Pivetta a dover risollevare nel girone di ritorno i Black Bulls, che certamente non meritano una classifica così deficitaria. Memori dell’anno scorso, quando dopo una prima parte da incubo arrivò la riscossa e il trionfo in Coppa Uefa, Trisorio e compagni possono essere ottimisti. STELLA COMETA

FSB SESNA: la cartina tornasole del valore di questa squadra sta nel successo ottenuto contro VIP Garage che ha rimediato la sua unica sconfitta proprio contro Sesna. Questo è stato però un semplice lampo isolato per i bianconeri che finora hanno gestito la stagione all’insegna del turnover come parola d’ordine.
Ecco allora che i pezzi migliori sono rimasti quasi sempre in naftalina e nonostante gli eccellenti colpi di gente come Zanotto, De Velli e Bavetti i bianconeri latitano

3,

Gen at 11:50 AM

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *