Registrati





A password will be e-mailed to you.

The Blog Single Page

Elfootball organizzazioni sportive > Special Natale Girone D Master calcio a 7

Special Natale Girone D Master calcio a 7

Fine 2018 ed è tempo di bilanci. Il Master ElFootball è arrivato infatti al giro di boa, ma tutto può ancora succedere.
Chi staccherà il biglietto per la Sardegna? Chi trionferà in Coppa Uefa?
Tastiamo il polso alle 32 pretendenti alla gloria.

GIRONE D

ROTTAMAI: da grande rivelazione a solida realtà. Fino a poco tempo fa Manuppelli e compagni rappresentavano una ventata di novità all’interno del panorama ElFootball, oggi invece sono uno dei team più temuti e rispettati del Master, non a caso l’unica squadra che è arrivata alla pausa natalizia a punteggio pieno. Un eloquente biglietto da visita per i verdi, mai come quest’anno decisi a portare a termine la loro missione e arrivare sino in fondo.
Se non bastavano campioni come Di Clemente, Corrado, Panettieri e lo straordinario Pierluigi Vincenzo, al gruppo si sono aggiunti il funambolico Boara, Falcone e Marangi. Per sapere se stavolta i Rottamai possono davvero trascorrere le loro vacanze in Sardegna saranno decisivi i prossimi due incontri con le inseguitrici, vale a dire Smoke Chickens e Pippacit, già travolta all’andata.  SCHIACCIASASSI      
 
AS PIPPACIT
: il ko in avvio con i Rottamai pareva segnare il declino degli Asinelli che invece si sono probabilmente abbeverati alla fonte dell’eterna giovinezza e infatti da quel momento in avanti hanno infilato sei vittorie consecutive e alla ripresa delle operazioni sfideranno nuovamente i primi della classe con l’obiettivo di prendersi il primato.
Gli uomini copertina della risalita giallonera sono stati come di consueto Prochilo e soprattutto Gimenez, mortifera coppia gol capace di esaltare altri eccellenti elementi come Loffredo, Monteleone, Goldoni, Olivieri, Grossi e Vigorita. Gli anni passano, ma Shorer e compagni restano protagonisti assoluti. Non rimane che centrare il trionfo, un traguardo inseguito da oltre dieci anni: ma come dice il proverbio, “chi la dura la vince”. FORZA DELLA TRADIZIONE      

SMOKE CHICKENS: sei partite disputate e 46 gol fatti: è questo lo straordinario bottino del team di Conti, il miglior attacco di questo Master malgrado una partita in meno. Numeri da capogiro che però non consentono ancora ai bianconeri di tenere il passo delle due di testa, complice un avvio con il freno a mano tirato a cui però sono seguite tre rotonde vittorie consecutive. La vetta resta lontana, ma un successo nella sfida con i Rottamai potrebbe cambiare lo scenario per Smoke Chickens che deve comunque guardarsi le spalle dalla spietata concorrenza.
Eppure l’esperienza e la qualità dei polli dovrebbe garantire un comodo accesso ai playoff, da strappare grazie al grande talento del bomber Losapio, dei due Castaldo, di Moretti, di Baiano, di Ruffoni e chi più ne ha più ne metta. Meglio non sottovalutarli, quindi. SPUMEGGIANTE

PANTECATI: sempre competitivi, eppure mai gli Spantecati sono riusciti a qualificarsi nei playoff nel corso della loro gloriosa storia. Questa potrebbe però essere davvero la volta buona per gli Orange, un gruppo che fa da sempre del collettivo la sua arma migliore. Il trio formato da Caioli, Rossini e Bassini sta finora facendo faville e ha sospinto in alto il team guidato da Loi e Boschi, frenato dalla sfortuna proprio nel suo momento migliore, ritrovandosi a dare forfait contro i Rottamai al culmine di tre successi consecutivi ottenuti.
Dopo la sosta gli Spantecati dovranno vedersela con Smoke Chickens con il solo e unico obiettivo dell’aggancio, fondamentale per poter credere davvero e fino in fondo di poter finalmente centrare il tanto sospirato quarto posto. ORA DELLA VERITA’

CELTIC MILANO 2009: è stato finora un viaggio in altalena quello del Celtic che quest’anno celebra il suo decennale e vuole farsi un regalo importante. I biancoverdi hanno infatti alternato grandi prestazioni a prove decisamente meno convincenti, capitate contro le squadre che li precedevano in classifica, con il risultato che ora Calaresu e compagni sono costretti a inseguire una zona playoff certamente alla loro portata.
Al Celtic non mancano infatti affatto le individualità di un certo livello, che rispondo al nome di Papetti, De Giovanni, Alifante, Manca e Crucitti, ma in determinati momenti la concentrazione e la compattezza viene meno e così i punti che rimangono persi lungo la strada restano parecchi. Limitare questo aspetto è il passo fondamentale per spiccare il volo. PEZZO DI STORIA 

PANCESTER UNITED: una partenza eccezionale sembrava averci restituito una protagonista assoluta di ElFootball, invece da metà novembre in avanti gli Orange hanno racimolato la misera di un solo punto e ora le zone nobili, che competono senza ombra di dubbio al team di Caimi, sono tremendamente lontane. La sosta sarà utilissima per Pancester, che potrà riordinare le idee e recuperare pedine molto importanti, per dare vita a una rimonta certamente non impossibile per le qualità in possesso dello United, capace di mettere in vetrina talenti puri come Messina, Deluca e Battirossi.
A ben guardare il quarto posto è distante soltanto una vittoria, una quisquiglia per il vero Pancester. ENIGMATICA  

ASTON BIRRA: matricola estremamente promettente che finora ha solo fatto intravedere le ottime doti in suo possesso. Al momento infatti i gialloblu hanno messo da parte solo quattro punti, ma non hanno mai sfigurato contro squadre che potevano vantare un’esperienza decisamente maggiore.
Ecco perché siamo pronti a scommettere che nel girone di ritorno Aston Birra potrà davvero crescere a dismisura, puntando su giocatori dalle indubbie qualità come Mingozzetti, Brandi, Cicciari e Somma. La riscossa è in arrivo. IL FUTURO È LORO    
     
AGòNE CALCIO
: tanta fatica e nessun punto raccolto fino a questo momento, eppure i giovanissimi ragazzi di Scardino l’avevano messo in preventivo in vista della loro prima vera avventura insieme. Il potenziale dei biancorossi è però fuori discussione e lo dimostra l’ottimo primo tempo messo in mostra prima della sosta contro la capolista Pippacit.
È da lì che Agòne dovrà ricominciare, per riuscire finalmente a smuovere la sua classifica e gettare le basi per un futuro radioso. TUTTA ESPERIENZA                        
 

3,

Gen at 11:49 AM

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *