C’è una scena che potrebbe essere sufficiente per raccontare la partita tra Carrozzeria e Menarost: è il 43esimo minuto, i Catalani sono saldamente avanti, ma decidono di mettere il punto esclamativo con un’azione che è un inno al gioco e che si conclude con un uno – due di tacco tra Porro e Magno che porta quest’ultimo a infilare l’ennesimo pallone alle spalle del portiere avversario.

È questo il simbolo migliore dello strapotere dei campioni in carica, il marchio indelebile di una qualità ingestibile per qualsiasi rivale “normale”.

Ecco allora che il Bonfanti Team non ripete l’impresa e anzi esce con le ossa rotte al cospetto di Sua Maestà che con disarmante facilità si appresta a disputare l’ennesima finale della sua storia, a caccia del bis.

Al fischio di inizio il quesito era semplice: anche Carrozzeria Catalani prenderà sotto gamba Menarost? La domanda appare subito avere una risposta scontata, dato che si intuisce subito come i campioni in carica non abbiano nessuna voglia di scherzare.

Dopo un diagonale di Porro che esce di pochissimo, è Paredes a centrare il palo dopo essersi girato al limite e anche se Scarpioni tiene in allerta Speroni, all’ottavo minuto Carrozzeria passa in vantaggio grazie alla conclusione da distanza siderale di Fais.

È solo l’inizio del monologo a cui Menarost si oppone come può, provando a rispondere con un ispirato Scarpioni. Cavallini vince il duello con Paredes, ma è costretto a capitolare quando al suo cospetto si presenta Porro che ruba palla a una retroguardia rossoverde stranamente distratta e mette dentro.

Il centravanti si ripete poco dopo in contropiede e la sfida sarebbe già chiusa se al tramonto del primo tempo Verna non riuscisse a girarsi al limite dell’area e a beffare Speroni con un tocco imprendibile.

Menarost al riposo è nonostante tutto ancora viva e resta in piedi anche dopo la frustata che le assesta a inizio ripresa Magno con una conclusione da cineteca. Fiore riporta sotto i suoi dal dischetto, Scarpioni scalda ancora i guanti di Speroni e sembra che il Bonfanti Team possa giocarsela anche nella ripresa. Invece alla distanza i rossoverdi perdono lucidità e non riescono ad arginare la marea grigia che li assale.

Per un po’ sono assistiti dalla fortuna, con i legni che frenano prima Prencipe e poi Sarno, ma quando Porro fa secco Cavallini sfruttando un errato disimpegno della difesa, il crollo di Menarost è repentino e i Catalani rompono gli argini andando nuovamente a segno con la punizione di Sarno.

Poi arriva anche la settima rete, quella descritta all’inizio del nostro racconto, un autentico affresco calcistico su cui Magno mette la firma conclusiva e che di fatto mette la parola fine alla contesa.

Menarost di fatto non c’è più, imbarca acqua da tutte le parti e ad approfittarne è Fiorino che nel breve volgere di un minuto mette a segno una doppietta di pura balistica. A certificare la cifra tonda ci pensa invece Porro con l’ennesima bordata.

Finisce 10-2, un risultato per certi versi clamoroso per una semifinale. È però solo l’ennesima prova di forza di Carrozzeria Catalani che ora dovrà certificare il dominio assoluto di questa lunghissima stagione nell’ultimo atto contro Sciogno. Menarost si congeda, dopo aver fatto qualcosa di gigantesco e aver chiuso la sua stagione d’esordio tra le prime quattro. 

Video della gara disponibile su ElFootballTV – clicca e visiona –

CARROZZERIA CATALANI 10
Porro x4, Fais, Sarno, Fiorino x2, Magno x2

MENAROST FOOTBALL & BEER 2
Fiore, Verna

MAN OF THE MATCH 

Agatino Magno (Carrozzeria  Catalani

Come sempre potete trovare il Tabellone PLAY-OFF C7 sul ElFootball.com 

Tutte le partite delle fasi finali verranno seguite dalle telecamere e dai redattori di ElFootballTV, quindi preparatevi a vivere un Settembre pieno di calcio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *