Un match che ha il sapore del passaggio di consegne. Tiro a Campari infatti è costretta a inchinarsi alla superiorità di Sciogno e le porge l’ideale testimone di rivale di Carrozzeria Catalani.

Toccherà dunque al Team di Priore a provare a spezzare il dominio dei campioni in carica nell’ultimo atto che porta alla Sardegna e bisogna sottolineare come solo i blues possano essere in grado di portare a termine la missione.

Raduazzo e compagni in semifinale trionfano con il piglio dei big, schiantando gli esperti rivali con un secondo tempo magistrale.

Sciogno sfata così il tabù Tiro a Campari, l’unica squadra che in stagione regolare l’aveva sempre battuta. Che stavolta l’andazzo sarebbe stato parecchio diverso le telecamere di ElFootballTV – clicca e visiona lo recepiscono subito, dato che dopo appena tre minuti i blues sono già in vantaggio.

A sbagliare tra le fila rossonere è Giachin, quello che meno ti aspetti: il numero 8 si fa soffiare il pallone da Giordano che poi pesca il diagonale in vantaggio e mette la serata immediatamente in salita per Tiro a Campari.

I ragazzi di Cigognini sono colpiti a freddo e restano in balia degli avversari, ma per loro fortuna c’è Longhi che è ben sveglio e che si mette subito a fare gli straordinari per negare la via del raddoppio a Giordano ed Elli.

La risposta di Tiro a Campari si limita a un gran tiro di Giachin che costringe Ghezzi a volare e il colpo di testa di Mauri Sanchez che finisce di poco alto su conseguente calcio d’angolo.

È qualcosa che fa solo il solletico a Sciogno che continua a macinare gioco e a puntare forte su un Giordano immancabile che costringe Longhi a due autentici miracoli nel breve volgere di pochi minuti.

Il portierone rossonero viene invece salvato da un compagno sulla conclusione a botta sicura di Lico, innescato da Falsetta e prima dell’intervallo Tiro a Campari rimette la testa fuori dal guscio, quando Catalano prova a sorprendere Ghezzi dalla distanza.

La superiorità di Sciogno nella ripresa si manifesta nella sua totalità e dopo pochi secondi dalla ripresa delle ostilità arriva il raddoppio: un lungo disimpegno di Ghezzi viene magicamente agganciato sulla linea laterale da Raduazzo che partendo da destra si accentra e poi indovina un colpo da biliardo a cui anche Longhi si deve inchinare.

È una botta tremenda per i rossoneri, anche perché sul conseguente calcio d’inizio Distaso perde banalmente palla e innesca la ripartenza con cui Giordano offre a Gebbia la palla del facile tris.

Tiro a Campari è a un passo dall’abisso, eppure fa un ultimo tentativo per provare a risalire la china: Gianotti però spreca l’invitante assist di Mauri Sanchez e dopo l’ennesima grande parata di Longhi su Giordano si materializza il poker quando Falsetta scappa via sulla destra e scodella per Gebbia che non deve fare altro che girare in porta.

Trascorrono centoventi secondi e arriva il colpo del ko definitivo, con Falsetta che esplode un destro mortifero e serve il pokerissimo.

Sciogno potrebbe dilagare e Gebbia centra Longhi a coronamento di una bella azione corale, invece è Tiro a Campari a trovare il punto della bandiera sulla punizione di Giachin. Il 5-1 non cambierà più, anche se nel finale Gebbia sfiora la tripletta e Mauri Sanchez centra di testa la traversa.

Sarà quindi Sciogno a sfidare in finale Carrozzeria Catalani, per l’ultimo atto più giusto e logico. La scalata di Tiro a Campari stavolta si ferma invece al penultimo gradino.

FC SCIOGNO
Giordano, Gebbia x2, Raduazzo, Falsetta

TIRO A CAMPARI
Giachin

MAN OF THE MATCH 
Valerio Giordano (FC Sciogno)

Come sempre potete trovare il Tabellone PLAY-OFF C7 sul ElFootball.com 

Tutte le partite delle fasi finali verranno seguite dalle telecamere e dai redattori di ElFootballTV, quindi preparatevi a vivere un Settembre pieno di calcio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *