FC 420 campione, Pippacit Loffre BarberShop Milano seconda, Livercool ai playoff, Milano Sud che non riesce a evitare la Maglia Nera nonostante una superba prova finale: sono questi gli attesissimi verdetti partoriti dall’ultima giornata del Girone B, senza dubbio il più incerto dell’intero Master. Raccontare tutto non è facile, ma andiamo con ordine.

Il titolo di campione finisce dunque nelle mani di FC 420 che ottiene d’ufficio gli ultimi tre punti a causa del forfait a cui sono costretti gli sfortunatissimi Nux. Bisogna togliersi il cappello al cospetto del team di Flena, capace di trionfare all’esordio assoluto in un girone tostissimo e incerto fino all’ultimo.

I rossoneri hanno saputo regolare una concorrenza spietata grazie alla forza del gruppo e dopo un inizio ad handicap, segno di un indiscutibile valore che FC 420 proverà ora a portare in dote anche ai playoff di settembre. Cirilli e compagni devono invece dire addio alle prime

quattro posizioni e il dispiacere più grande per la Celeste è non aver potuto provare a guadagnarsi la qualificazione sul campo. I Nux infatti hanno vissuto una stagione difficilissima e costellata dagli infortuni e l’ultimo atto è stato in qualche modo esemplificativo di un Master maledetto. Il riscatto potrà arrivare sicuramente in Coppa Uefa.

La sfida tra Hornets e Pippacit Loffre BarberShop Milano si rivela quindi essere uno spareggio per il secondo posto, in un big match da non perdere e che in effetti regala grande spettacolo, come potrete rivedere su ElFootballTV – clicca e visiona.

Gli Asinelli partono con il piglio giusto e dopo aver fatto un paio di prove generali passano effettivamente in vantaggio grazie alla prodezza mancina del funambolico Tesse, capace di concedere il bis praticamente in fotocopia poco dopo. “Non c’è due senza tre” recita l’antico detto e infatti passano appena sessanta secondi e Amatulli finalizza una manovra avvolgente per la rete che in pratica decide la contesa.

Pippacit Loffre BarberShop Milano resta comunque totalmente padrona del campo e nella ripresa va ancora a segno con uno splendido colpo di testa di Amatulli e solo nel finale gli Hornets trovano il punto della bandiera siglato da De Pascale che fissa il punteggio sul 4-1.

Il poker manda Pippacit Loffre BarberShop Milano in paradiso, ovvero al secondo posto, il massimo che i gialloneri potessero ambire prima dell’ultima giornata. A lungo andare quindi Shorer e compagni hanno rispettato i pronostici della vigilia e ora sono prontissimi a misurarsi con i playoff, con l’obiettivo e la certezza di non recitare da semplice comparsa.

La brutta prestazione finale non può in alcun modo cancellare la fantastica annata d’esordio degli Hornets che chiudono sul gradino più basso del podio: Sabbadini e soci meritano dunque tantissimi applausi.

L’ultimo biglietto utile per i playoff lo stacca Livercool che mantiene fede ai pronostici e fa un sol boccone del Celtic. Davanti alle telecamere di ElFootballTV – clicca e visiona i biancorossi faticano in avvio a trovare varchi nelle spesse maglie della retroguardia biancoverde e anche quando

riescono a sbloccare la gara grazie alla staffilata di Gentilucci patiscono i contropiedi avversari e se Papetti è fermato dal palo, Cassaghi non perdona e pareggia. Una grande azione personale di Gabriele vale il nuovo vantaggio dei padroni di casa, eppure anche stavolta la gioia è di breve durata, dato che Gambino impatta con una rete da cineteca.

Sessanta secondi dopo però è Mirijello a riportare avanti il team di Conselvan che a quel punto cambia marcia e prima dell’intervallo ipoteca il successo per merito di Capitan Secchi, che pesca un gran jolly dalla distanza, e Boccotti. Nella ripresa il Livercool controlla la reazione del Celtic, quindi chiude definitivamente i conti con Mirijello e dilaga per merito di Boccotti.

La rete di Massaro serve e rendere il passivo meno amaro per gli ospiti che però nel finale cedono di schianto e vengono puniti da altre due reti di Mirijello. Finisce 9-3 e tanto basta al Livercool per assicurarsi il quarto posto, un traguardo che per Conselvan e compagni pareva essere

diventato una chimera e che invece i biancorossi sono stati bravi a raggiungere in volata, giusto premio dopo una prima parte di stagione chiusa in vetta. Il Celtic rimedia una scoppola che l’estate aiuterà senz’altro a dimenticare, anche perché a settembre ci aspettiamo una truppa di Manca rigenerata e pronta a ben figurare in Coppa Uefa.

Pari a dir poco pirotecnico quello che esce dalla sfida tra Milano Sud e All Whites, un autentico spettacolo che vi consigliamo di rivedere su ElFootballTV – clicca e visiona.

Sono gli ospiti ad aprire le danze con il diagonale vincente di De Bonis, ma il pari di Pinto non si fa attendere. A riportare avanti gli All Whites ci pensa Mosca, inaugurando così il suo show, eppure i ribaltamenti di fronte sono continui e poco prima dell’intervallo Milano Sud trova il modo di

ribaltare il risultato andando a segno prima con Nucera che devia in rete una punizione di Genghini, poi con lo stesso numero 10 glaciale dal dischetto. All’intervallo si arriva comunque con il risultato in parità, visto che Mosca impatta su punizione.

Il botta e risposta prosegue anche nella ripresa: l’ennesima giocata di Mosca manda nuovamente in vantaggio la squadra di Tosoni, una rasoiata di Loreto la annulla praticamente subito. La bilancia pare pendere definitivamente dalla parte degli All Whites quando Mosca nel giro di quattro minuti mette in mostra tutto il suo infinito repertorio e sigla altre

due splendide reti che sembrano chiudere la sfida, invece nel finale Nucera e Pinto infilano dal limite i due gol che fissano il punteggio sul definitivo 6-6. La girandola si conclude così e tutto sommato possono essere contente

entrambe le squadre: Milano Sud chiude con un risultato utile che dà speranza in vista della Coppa Uefa, gli All Whites dimostrano di avere qualità offensive importanti che torneranno sicuramente molto utili a settembre.

Sul trono dei bomber si issa Tesse, primo con 21 reti. Dietro di lui Colla e Mosca, appaiati a 18 gol.

Il Master di ElFootball va in vacanza al termine di una stagione regolare indubbiamente travagliata a causa dei noti fatti di cronaca: l’appuntamento con tutte le otto squadre del Girone B è a settembre, quando cominceranno playoff e Coppa Uefa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *