Rimane tutto cristallizzato nel Girone C, dove nell’ultimo turno si disputa soltanto una partita, quella tra Delirium Tremens e Vecchi Leoni Arancio vinta proprio da quest’ultimi. I verdetti non vengono quindi stravolti come è capitato negli altri gironi,

anche perché in questo caso rimanevano pochi misteri: al secondo posto chiude New Fulgor in virtù di una migliore classifica fair play che le consente di avere la meglio su Scarsenal.

Il successo dei Vecchi Leoni Arancio permette a Caremani e soci di centrare il quinto posto che dà accesso diretto al tabellone principale della Coppa Uefa, con Real Paul che si deve accontentare del sesto posto.

New Fulgor è costretta a dare forfait a poche ore dal calcio d’inizio e così per Menarost arrivano altri tre punti che la consacrano, caso mai ce ne fosse ancora bisogno, come la regina assoluta del Girone C.

Tredici partite vinte su quattordici, miglior attacco e miglior difesa, undici punti di vantaggio sulla seconda: sono questi gli eloquenti numeri di una squadra che alla sua stagione d’esordio ha saputo dominare in lungo e in largo il suo campionato.

L’anno si è chiuso con il trofeo di leader del girone alzato al cielo da Bonfanti e compagni nella notte del Mirasole, giusto simbolo del loro trionfo. Menarost è stata secondo le statistiche la miglior squadra di questo Master e siamo davvero molto curiosi di vederla all’opera nei prossimi

playoff di settembre, dove partirà appena dietro gli squadroni del Girone D. Nonostante la sconfitta d’ufficio, New Fulgor chiude la sua stagione al secondo posto grazie alla miglior classifica fair play rispetto a Scarsenal, criterio entrato in gioco in quanto le due rivali avevano vino uno scontro diretto a testa.

È un risultato senza dubbio positivo quello ottenuto dai rossoneri, tornati ai playoff dopo qualche anno di assenza e protagonisti di un campionato contrassegnato da quella continuità che era mancata in passato. Ora Freddi e compagni si misureranno con una postseason in cui avranno poco da perdere e che per questo li pone in una situazione psicologica invidiabile.

Scarsenal chiude invece sul gradino più basso del podio, dovendo alzare bandiera bianca nell’ultimo turno e cedendo d’ufficio i tre punti a Real Paul. Anche il Cabri Team può essere davvero soddisfatto per quanto messo in mostra in questo Master:

la partenza era stata orribile con due sconfitte nelle prime due uscite, ma i blues sono stati bravi a ricompattarsi subito e a dare vita a una striscia lunghissima di vittorie, tra cui anche quella con Menarost, che gli ha regalato una comoda qualificazione ai playoff, dove anche loro mancavano da molto tempo.

Il successo finale regala un sorriso a Real Paul, che a dire la verità in questo campionato ha un po’ deluso: erano in molti a scommettere nella stagione della definitiva consacrazione dei ragazzi di Cancilla che invece si sono persi lungo il percorso, traditi dai nervi in più di un’occasione.

Gli Orange chiudono al sesto posto, ma in Coppa Uefa vogliono tornare a dimostrare chi sono davvero e potranno senz’altro farlo grazie alla loro esperienza e al loro indiscutibile talento.

Se Real Paul ha dovuto accontentarsi del sesto posto il merito è tutto dei Vecchi Leoni Arancio che hanno chiuso in bellezza il loro sorprendente campionato battendo di misura Delirium Tremens nell’unico match disputato in questa quattordicesima giornata.

Gli eroi della sfida di Agrisport (che potete rivedere su ElFootballTV – clicca e visiona) sono stati Alfonso e Battimelli che con un gol per tempo hanno regolato una rivale troppo sciupona e in grado di rientrare in partita solo nel finale grazie alla rete di Rivero.

Il 2-1 finale ha premiato dunque i ragazzi di Caremani che ottengono così il pass diretto per gli ottavi di finale della Coppa Uefa, un traguardo mai ottenuto in precedenza. Delirium Tremens passerà invece dal turno preliminare e spera di sorprende tutti come è solita fare nelle giornate di vena, come insegna la vittoria ottenuta su Scarsenal, fiore all’occhiello della stagione del team di Zucchelli.

Prima vittoria dell’anno, seppure d’ufficio, per New Team che centra i tre punti contro Lokomoloko. Il successo non evita al team di Pindilli la Maglia Nera, ma è una meritata ricompensa dopo una stagione alquanto sfortunata, in cui gli infortuni hanno tarpato le ali a una squadra partita con ben altri obiettivi.

Lokomoloko aveva già consolidato la quarta posizione: è stato un campionato fatto di luci e ombre per la squadra di Mangano che è comunque riuscita a strappare agevolmente il suo obiettivo chiamato playoff dove conta di poter fare la voce grossa e rappresentare un’autentica mina vagante in grado di mettere in difficoltà chiunque.

La classifica dei cannonieri la vince Andrea Cabri con 16 reti: un titolo che vale ancora di più se si considera che di ruolo fa il difensore. Il leader di Scarsenal ha potuto alzare il trofeo nel cortile di casa davanti ai volti attoniti dei vicini.

Alle sue spalle Scarpioni di Menarost, secondo a 15 gol, e Pastori di New Fulgor, terzo a 14 centri. Cala così il sipario su questa regular season piuttosto particolare, per usare un eufemismo:

non ci resta che augurare buone vacanze alle otto squadre che hanno preso parte al Girone C, sicuri di ritrovarle parecchio cariche a settembre per l’avvio della postseason.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *