Succede davvero di tutto nell’ultimo turno del Girone D, ma l’unica cosa che conta è il verdetto finale: a rimanere fuori dai playoff è clamorosamente BinHexs. La girandola di risultati a dir poco sorprendenti è iniziata con il successo ottenuto da Tiro a Campari contro una Sciogno ormai con la pancia piena, è proseguita con l’impronosticabile

sconfitta rimediata da 2M Termoidraulica Srl contro i Black Bulls e si è conclusa con il successo di Carrozzeria Catalani ai danni di BinHexs, di fatto il risultato decisivo se è vero che il team di Spanio chiude a pari merito al quarto posto con la squadra di Migliaccio, ma paga dazio in virtù degli scontri diretti.

A chiudere il programma di questo favoloso e ricchissimo campionato è stata la sfida tra Miloti e Sesna, stravinta da questi ultimi.

Una settimana vissuta dunque tutta con il fiato sospeso che ha preso il via con il big match tra Sciogno e Tiro a Campari: una gara che poteva già essere decisiva, perché un successo degli uomini di Priore avrebbe chiuso qualsiasi discorso in chiave playoff, qualificando 2M Termoidraulica Srl e BinHexs.

Invece ancora una volta a fare la differenza sul terreno di gioco sono state le maggiori motivazioni e a trionfare al termine di una serata al cardiopalma, che vi consigliamo di rivedere su ElFootballTV – clicca e visiona, sono stati i ragazzi di Longhi.

I reds partono con un passo decisamente più convinto e passano in vantaggio quando Gianotti semina il panico sulla destra e serve a Catalano la palla buona per colpire, quindi tocca a Tasso raddoppiare poco dopo con una gran conclusione dalla distanza. Gli ospiti non si accontentano e continuano a fare il diavolo a quattro contro una Sciogno che non

riesce a raccapezzarsi e sembra piuttosto imballata e così sugli sviluppi di un corner Giachin infila di testa la terza rete che sembra decidere la gara. A quel punto però i ragazzi di Priore tirano fuori l’orgoglio e se Longhi riesce a dire di no sul missile su punizione di Falsetta,

non c’è nulla da fare sull’incornata di Lico sul seguente calcio d’angolo. Pochissimi minuti dopo il numero 10 dei bianchi riapre completamente i giochi facendo centro dal dischetto, ma l’uno – due non abbatte Tiro a Campari che sfrutta l’ennesima accelerazione di Gianotti che regala a Mauri Sanchez la balla buona per rimettersi a distanza di sicurezza.

Una sicurezza che torna a venire meno a inizio ripresa, quando Raduazzo mette in buca e ridà vigore ai suoi, ma gli assedi dei padroni di casa non producono ulteriori effetti e allora è una prodezza di Catalano a spezzare il morale dei bianchi.

La punizione in trivela di Falsetta ridà speranza a Sciogno, ma il 5-4 non cambierà più e nel finale arriverà anche l’espulsione per Lico, molto pesante in ottica playoff. La sconfitta non compromette però il secondo posto del fantastico team di Priore, protagonista di una stagione d’esordio… da Sciogno. Tiro a Campari fa dunque al meglio il suo lavoro, vince e si mette alla finestra per scoprire cosa accade sugli altri campi.

La palla passava così a 2M Termoidraulica Srl, la squadra che sulla carta sembrava avere l’impegno meno difficile, dato che al suo cospetto c’erano dei Black Bulls ormai dal destino segnato.

Il Migliaccio Team era così già pronto all’apoteosi, a una festa per una splendida qualificazione ai playoff ottenuta all’esordio dopo una partenza da incubo, invece sul campo qualcosa va decisamente storto, come potete rivedere su ElFootballTV – clicca e visiona.

Malgrado ciò il match è parecchio equilibrato, eppure ai blues sembra girare tutto per il verso giusto e infatti vanno in vantaggio al riposo grazie a una magia direttamente da calcio d’angolo di Zingari. La ripresa è letteralmente pirotecnica, sebbene Bassi raddoppi immediatamente e sembra chiudere i giochi.

Invece 2M Termoidraulica Srl inizia a specchiarsi, manca il colpo del ko e un missile di Harram rimette tutto in discussione. I Black Bulls non si fermano e sfruttano l’improvviso blackout dei rivali per impattare grazie al gran sinistro di Gennaro, quindi è D. Lia a ribaltare completamente il risultato in mischia.

Sembra incredibile, ma in campo c’è una squadra sola e i gialloneri entrano come una lama nel burro nel ventre molle della difesa ospite: Gennaro allunga di testa, quindi tocca ancora ad Harram finalizzare un contropiede che in apparenza decide la contesa. Il team di Migliaccio pare spacciato,

invece trova la forza di reagire, perché proprio non ci sta a vedersi rubare un sogno: a suonare la carica ci pensa M. Monticelli dalla distanza, quindi nei minuti finali Bassi pesca l’angolino con il suo magico sinistro e Zingari impatta in contropiede a tempo scaduto.

2M Termoidraulica Srl avrebbe bisogno di un’altra rete per dormire sonni tranquilli, così si riversa in massa in attacco e in contropiede arriva il gol vittoria dei Black Bulls, messo a segno da Scigliano.

Il 6-5 finale è un premio meritato per il team di Trisorio che ha vissuto un Master a corrente alterna e chiuso al settimo posto: questo successo rappresenta però un punto di partenza per una Coppe Uefa che i gialloneri vogliono riportare in bacheca.

Il risultato premia però anche Tiro a Campari, a quel punto certa della qualificazione ai playoff: Cigognini e compagni sembravano decisamente spacciati poche settimane prima della pausa, invece i vicecampioni in carica hanno dato vita a una entusiasmante rimonta che gli consentirà di riprovare a coltivare il sogno chiamato Sardegna.

La mancata qualificazione di 2M Termoidraulica Srl sarebbe stato qualcosa di clamoroso, invece per una volta i parenti non si rivelano serpenti e a togliere le castagne dal fuoco al Boss Migliaccio ci pensano i suoi cugini Catalani, a cui siamo certi arriverà un bellissimo regalo per Natale.

La capolista Carrozzeria infatti non fa sconti e trionfa contro BinHexs, riservando così a Spanio e soci una cocente delusione. Davanti alle telecamere di ElFootballTV – clicca e visiona, gli orange cominciano bene, ma vengono puniti dal colpo di testa di Morbi alla prima distrazione.

BinHexs non si fa comunque scoraggiare, risponde per le rime grazie a Cacciatore e dopo il nuovo vantaggio dei padroni di casa siglato da Fais inscena a inizio ripresa un clamoroso ribaltone costruito dal solito Cacciatore e da Spanio.

La gioia e la speranza di una grande impresa dura pochissimo, visto che una magia di Vidaure vale l’immediata parità e da quel momento in avanti la capolista non concede più nulla agli avversari: Paredes sigla il controsorpasso con il più facile dei tap-in, quindi è Fais ad andare a segno su assist di Cataldi, poi il portiere Speroni fa centro direttamente da rinvio e infine Fais chiude il discorso di testa.

La rete di Cacciatore serve solo a fissare il risultato sul 7-4 finale: BinHexs è fuori dai playoff e lo shock è enorme considerando la tradizione della squadra di Spanio. Gli orange hanno però vinto solo una delle ultime cinque partite e dovranno quindi accontentarsi del ruolo di favoriti assoluti della prossima Coppa Uefa.

Carrozzeria Catalani si prende anche l’ultimo successo e porta con sé ai playoff 2M Termoidraulica Srl: non poteva essere altrimenti, visto quello che hanno dimostrato quest’anno i ragazzi di Migliaccio.

Dulcis in fundo, celebriamo la netta affermazione di Sesna su Miloti, utile per regalare ai bianconeri il sesto posto. È la magica notte di De Velli che, davanti alle telecamere di ElFootballTV – clicca e visiona, apre immediatamente le danze e poi raddoppia poco oltre la metà del primo tempo.

Un gran diagonale di Scerbo dimezza lo svantaggio, ma prima dell’intervallo un’azione personale di Trivellato ristabilisce le distanze. Nella ripresa Miloti tira fuori gli artigli, cinge d’assedio la porta avversaria e si rimette in corsa per merito di Grazi, eppure Sesna si rimette a fare sul serio, De Velli si inventa una rete capolavoro e poi prosegue il suo show con altre due reti che valgono il suo personale pokerissimo.

Trivellato e Merlanzoli concludono l’opera per l’8-2 finale. Onore al merito di Sesna che trionfa e si prepara a difendere il titolo di campione della Coppa Uefa a settembre. Miloti scrive la parola fine su una stagione sfortunatissima: ci auguriamo che dopo l’estate le vere Tartarughe possano tornare in tutto il loro splendore.

È Cacciatore a laurearsi capocannoniere con 36 reti. Dietro di lui Lico con 28 gol e Biba con 23 centri.

È tempo di vacanze anche per il Girone D. L’appuntamento è a settembre con una postseason in cui queste otto squadre partiranno senza dubbio con i favori del pronostico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *