Zitta zitta A.S.Tronzi torna clamorosamente al comando della Serie A, dopo un avvio incerto supera tutta la concorrenza (esclusa Equipe) tornando ad essere lo squadrone degli anni passati.

Sicuramente l’uomo in più di questa formazione è Luca Locarini, mai così costante e mai così in condizione, superati i vari infortuni conquista anche il primato nella classifica cannonieri… complimenti, sei davvero il numero uno!

Equipe, anch’essa a quota diciannove e quindi prima, respinge anche l’assalto degli Orfani, pareggio per tre a tre a dirla tutta anche un po’ strettino.

Il team di Nunzio ha ormai superato tutti i test di maturità, giunti all’ottava giornata ha perso un solo match rimanendo sempre e comunque nelle prime quattro… complimenti!

Nel prossimo turno assisteremo all’ennesimo scontro diretto, da A.S. Tronzi vs Equipe uscirà quasi certamente il Campione d’Inverno… comunque vada sarà una sfida da non perdersi!

A quota diciotto, subito alle spalle della coppia di testa viaggiano appaiate Viesse Auto e Gli Orfani, la prima supera a fatica la Lokomotiv Bus, la seconda (come già raccontato) impatta tre pari contro Equipe.

Il team di Marco Visaggi, ormai svestito dai panni di sorpresa dell’anno, si conferma come miglior difesa del campionato, un reparto sin qui da dieci e lode che dovrà comunque superarsi nel prossimo match casalingo contro Gli Orfani.

La stessa Orfani è l’unica formazione ancora imbattuta, un dato da non sottovalutare che ci dimostra quanto questo team sia duro a “morire”!

I ragazzi di Riccardo Petrachi hanno sin qui giocato alla grande, anche se nelle ultime uscite sono apparsi in leggero calo…. è forse finita la benzina!?

Dietro le fantastiche quattro Shocking (se pur a tavolino) è l’unica a rialzare la testa, a quota dodici rimane a meno sei dai play-off con la speranza che la nona giornata, ricca d scontri diretti al vertice, possa accorciare tale distacco.

Molto male le altre, Lokomotiv e Bella Vita, poste rispettivamente contro Viesse e A.S.Tronzi hanno certamente giocato bene, ma quest’anno sembra proprio non bastare… tutti dicono che il livello sia inferiore agli anni passati, ma intanto i vice-campioni in carica sono a meno undici dal quarto posto, mentre la sempre qualificata Lokomotiv se la viaggia a meno otto… vedete voi!!!

In coda Uragano firma un successo assai importante, abbandonato l’ultimo posto aggancia anche City Cafè a quota quattro punti.

Cipolla e compagni, ormai calati nei panni di chi gioca per salvarsi vince il tanto atteso match con Vecchia Milano, una sfida più per l’orgoglio vinta in rimonta e senza il portiere titolare… che carattere ragazzi!

Con City Cafè addirittura non pervenuta Vecchia Milano è certamente la più delusa delle dieci, sprofondata in ultima piazza riesce nell’impresa di perdere un match che stava praticamente portando a casa… povero Enzo, adesso chi lo sente!!!!

Tra i bomber si infiamma la lotta al comando fra Alessandro Sandomenico e Luca Locarini, entrambi a quota venti staccano il gruppo preannunciando un arrivo in volata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *