Big match fra Olimpya e Milano 1987 davvero senza storia, De Col e compagni spazzano via ogni dubbio travolgendo gli avversari per sei a due, un successo netto che spinge i ragazzi a più sette dal secondo posto.

Grandissima dunque Olimpya Sport, decisamente superiore alla concorrenza supera anche l’ennesimo test portandosi a casa il settimo successo stagionale…. insomma, SENZA RIVALI!!!

In seconda posizione compare un po’ a sorpresa Esedra, incassato il quarto successo stagionale entra per la prima volta in zona play-off, una rincorsa finalmente completata che rende merito ad un team davvero di qualità!

Davide e compagni dovranno ora confermarsi nell’imminente scontro diretto con Milano, un match ad alta tensione in cui ci si giocherà una gran bella fetta di qualificazione.

Milano 1987 esce dunque con le ossa rotte, perso malamente lo scontro diretto con Olimpya si vede scavalcare anche da Esedra, uscendo di fatto dalla zona play-off.

Sergio e company hanno ovviamente ancora da recuperare la sfida con Cuba Libre, ma il resto della concorrenza è parecchio vicina… attenzione ragazzi, bisogna assolutamente battere Esedra… altrimenti si fa tutto un po’ più complicato!

Pareggio d’alta quota fra La Mano de Dios e F.C.Utopia, altre due pretendenti ai play-off mostrano l’assoluta intenzione di non mollare alcun colpo!

Il team di Nicoletta, con i quattordici punti sin qui raccolti rimane decisamente in scia al secondo posto, non male la prossima sfida con i Minga Bun, una partita delicata contro una formazione tornata in salute.

La Mano de Dios riesce dunque a portarsi a casa un importante punticino, un due pari giusto contro una diretta concorrente; il calendario prossimo è però da brividi, la super sfida con Olimpya e poi la trasferta contro I Minga Bun, due veri test che condizioneranno e non poco il proseguo della stagione… in bocca al lupo ragazzi!

I Minga Bun tornano dunque al successo, dopo un periodo di appannamento incassano il secondo successo dell’anno, ancora troppo poche le vittorie raccolte e troppo le occasioni perse… vedi i quattro pareggi!

Mennea e compagni sulla carta non hanno proprio nulla da invidiare alle squadre di testa, ma sul campo riescono sempre a complicarsi la vita, vediamo ora come si giocheranno i prossimi scontri diretti con Utopia e Mano de Dios, due turni certo non facili ma buoni per accorciare decisamente la classifica… giocatevi bene le vostre carte… potete farcela!

Nel fondo della classifica incassa i tre punti solamente Cuba Libre, corsara in casa del Soling, strappa una vittoria tanto sofferta quanto importante; l’ultima posizione è stata finalmente abbandonata e il resto delle avversarie non è poi così lontano… bravi, un due in schedina davvero esagerato!

Peccato per Penco Boyz, sprecata (forse) l’ultima occasione per rientrare in zona play-off subisce un pesante quattro a zero da Esedra, un risultato certo esagerato e dovuto più alle proprie disattenzioni, ma così non si va di certo avanti!!!

Soling, dopo un avvio incoraggiante è ormai clinicamente in coma, risucchiata nei bassi fondi della classifica abbandona ogni sogno di gloria potendo lottare solo per la salvezza.

Scappati di Casa nettamente diversa da quella dello scorso anno sembra ormai destinata al ruolo di maglia nera, sette sconfitte in otto match sono davvero da record… impensabile ad inizio stagione!

In classifica cannonieri Marco Piran mantiene una sola lunghezza di vantaggio su Gattuso Fabio, non molto lontani Daniele Carlucci e Giancarlo Salvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *