Sullo spiedo di Menarost ci finisce l’asino, stemma con cui il Livercool ha sostituito il Liver bird, il simbolo della città di Liverpool e mitico uccello mezzo cormorano e metà aquila.

Fare questioni di animali veri o di fantasia importa però poco, perché bisogna celebrare una squadra che da quasi un anno a questa parte continua solo e soltanto a vincere e che alla prima uscita nei playoff si sbarazza senza poi troppi affanni di una rivale certo non di poco conto.

L’equilibrio a Cormano dura poco più di mezzora, poi il Bonfanti Team dà la sgasata decisiva e fa mangiare la polvere ai ragazzi di Conselvan, volenterosi e caparbi, ma puniti a ogni loro errore con precisione totalmente chirurgica.

Menarost si presenta al grande appuntamento con l’abito di gala e la voglia di essere la reginetta della serata e le telecamere di ElFootballTV – clicca e visiona non possono che riprenderla in tutto il suo splendore.

Il primo squillo è di Scarpioni, con Colnago che si rifiuta di aprire, ma al secondo nulla può mettersi di traverso alla bordata mancina di Fiore che porta i rossoverdi in vantaggio dopo cinque minuti.

Diretta magistralmente da Scarpioni, la squadra di Bonfanti non si accontenta e prosegue a intonare sinfonie e se Orlandi fallisce malamente il raddoppio una volta, la stessa cosa non si ripete e infatti sfrutta uno svarione difensivo per presentarsi a tu per tu con Colnago, bravo a ipnotizzarlo ma non a impedire che la palla torni tra i piedi del numero 9 per il facile tap-in.

Il Livercool è quasi stralunato e brancola nel buio, ma dopo dieci minuti nel frullatore inizia a tirare fuori la testa dall’acqua e a respirare.

Gli Orange hanno il merito infatti di non arrendersi ed è Piva il più convinto, colui che costringe Verna a una gran parata per sventare un suo bel tiro dalla distanza. Sono soltanto le prove generali di quanto capita poco dopo, perché da posizione defilata è lo stesso Piva a infilare il portiere avversario e a restituire coraggio alla compagine di Conselvan.

Purtroppo per lei però Menarost non ha voglia di mollare la presa, dato che poco più di tre minuti dopo su un cross di Scarpioni arriva puntuale Cotugno che non sbaglia e ristabilisce le distanze.

Il finale di primo tempo in crescendo ha comunque dato fiducia al Livercool e infatti in avvio di ripresa tornano nuovamente in partita: Mirijello è bravo a prendere posizione in area, Fasanella lo strattona e l’arbitro concede un rigore che lo stesso Mirijello finalizza.

Passa un amen e si potrebbe concretizzare pure un clamoroso pareggio, invece Verna è miracoloso sull’ennesimo siluro di Piva e allora nel momento migliore per gli Orange si materializza la beffa: Calvi sbaglia un retropassaggio a Colnago, Orlandi è lesto ad approfittarne e a ricacciare indietro la voglia di rimonta degli avversari.

Il Livercool non demorde e per poco non riesce a rimettersi di nuovo in carreggiata quando una sfortunata deviazione di Gramegna rischia di fruttare un clamoroso autogol: il colpo di reni di Verna è però ancora prodigioso e allora quando Scarpioni riceve palla sulla linea di fonda, fa tutto da solo e realizza il pokerissimo ecco il posto per i quarti di finale diventa prenotato.

Nell’ultimo quarto d’ora Menarost fa accademia, sfiora il gol ancora con Gramegna e centra un palo con un bolide di Fasanella. La gloria spetta invece a Vinci che realizza sottomisura il 6-2 definitivo, che non verrà scalfito neppure dal diagonale di Pinto che pareggia il conto dei legni.

Vince Menarost, prontissima dunque a sfidare 2M Srl e vogliosa di mettere a segno un’impresa epica. Nulla da fare per Livercool, protagonista comunque di una stagione d’esordio scoppiettante.

MENAROST FOORBALL AND BEER 6
Orlandi x2, Scarpioni, Fiore, Vinci, Cotugno

LIVERCOOL 2.0 2
Piva, Mirijello

MAN OF THE MATCH
Luca Scarpioni (Menarost)

Come sempre potete trovare il Tabellone PLAY-OFF C7 sul ElFootball.com 

Tutte le partite delle fasi finali verranno seguite dalle telecamere e dai redattori di ElFootballTV, quindi preparatevi a vivere un Settembre pieno di calcio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *