Si torna in campo per decidere quali saranno le Big Four di questa stagione in UEFA Cup C5, le sfidanti per un posto in semifinale erano Mobilissimo, derivante dall’ottava casella del Girone Elite, e Boom Boom che invece aveva chiuso settima nel Girone C.

I valori in campo erano diversi e Mobilissimo doveva recitare il ruolo della favorita, mentre Boom Boom doveva fare di tutto per metterla in crisi.

Sul magnifico prato di Cormano e in esclusiva per le telecamere di ElFootballTV – clicca e visiona, la partita fra Mobilissimo e Boom Boom è iniziata subito forte, con gli Elite a trovare la rete iniziale con un siluro rasoterra di Angius dalla distanza.

Risultato sbloccato e squadre che provano a farsi male da lontano, ma senza successo. Poi su un episodio arriva il gol del raddoppio: lancio lungo di Angius per Viviani, il difensore sembra essere sulla traiettoria ma buca clamorosamente l’intervento permettendo al numero 14 di Mobilissimo di infilare la porta di Sangermani per il 2-0.

Le squadre continuano però ad affrontarsi senza farsi troppo male. Ci prova però ancora Angius, su pregevole passaggio di Fusco, ma Sangermani è attento e para. SI ripete ancora Sangermani poco dopo, su una punizione potente sempre di Angius.

Scatenato il numero 16 di Mobilissimo che pochi minuti più tardi fa sibilare il sinistro a pochi centimetri dal palo di Boom Boom, senza però trovare la rete. Ci prova anche Hassan Mohamed su punizione, ma si immola un difensore di Boom Boom per negargli la gioia del gol.

Il primo tempo diventa un assedio con Sangermani che para le conclusioni di Canfora e Fusco. Boom Boom racimola qualche tiro con Flavio Meles e Mihindukulasuriya, ma senza creare troppi patemi al portiere.

Sangermani intanto deve badare alle conclusioni da fuori di Angius, e si supera anche contro Fusco: prima lo ipnotizza nell’1vs1, poi viene salvato dal palo. Si chiude quindi la prima frazione con il risultato sul 2-0.

Il secondo tempo inizia meglio per Boom Boom che avrebbe due grosse occasioni per segnare con Mihindukulasuriya che però non le sfrutta a dovere.

Allora Angius prende per l’ennesima volta per mano la squadra e si inventa una giocata di suola che porta a spasso due difensori per poi superare anche il portiere e appoggiare in porta un gol fantastico. 3-0. Senza più niente da perdere Boom Boom si butta in avanti e la partita diventa più divertente con alcune occasioni da una parte e dall’altra.

La più ghiotta la ha Viviani che prima viene fermato dal portiere e poi da un difensore sulla linea. Ma la scossa la dà sempre lui, Angius. Riceve palla dalla destra, se la piazza sul sinistro e scarica violentemente in porta per il gol del 4-0 e firmando la sua tripletta personale. Boom Boom risponde con Meles e addirittura con Sangermani, ma non trova la porta.

Sulla grande triangolazione fra Fusco e Viviani, nessuno dei due giocatori in maglia nera riesce a trovare il gol grazie al solito Sangermani. Anche Angius ci riprova, ma il portiere di Boom Boom continua strenuamente a difendere la sua porta, anche se dalla distanza deve arrendersi a Hassan Mohamed che segna il 5-0.

Boom Boom riesce però a trovare almeno il gol della bandiera con Mihindukulasuriya da pochi passi, 5-1. Mobilissimo però non ha tirato i remi in barca e dopo una bella triangolazione manda ancora in porta Hassan Mohamed che non sbaglia per il 6-1. Faccini avrebbe l’occasione di accorciare su punizione ma calcia a lato.

A concludere la serata no di Boom Boom arriva anche l’infortunio di Sangermani che deve abbandonare il campo, con Demis Meles a prendere il suo posto fra i pali nonostante non sia un portiere. Meles si riesce a disimpegnare bene con un paio di parate e addirittura si salva su un calcio di rigore a sfavore con Angius che spara alle stelle. Si chiude quindi la contesa sul 6-1.

Festeggiano i giocatori di Mobilissimo che non hanno mai sofferto in questa partita, conquistando una meritata semifinale contro SPQR, dove ovviamente il livello sale ma li vede comunque favoriti. Angius trascinatore con i suoi strappi, ma questa squadra ha tanta tecnica e si vede: Fusco, Hassan e gli altri stanno dimostrando che piede e visione di gioco non mancano di certo.

Boom Boom chiude la stagione con una sconfitta che era pronosticabile vista la differenza di due categorie fra le compagini, ma già arrivare ai quarti di finale è stata una soddisfazione per questa squadra che poteva sicuramente raccogliere di più in campionato, e forse lo farà nella prossima stagione.

Come sempre potete trovare il Tabellone UEFA CUP C5 sul ElFootball.com 

Tutte le partite delle fasi finali verranno seguite dalle telecamere e dai redattori di ElFootballTV, quindi preparatevi a vivere un Settembre pieno di calcio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *