Un’altra grande serata di sport è andata in scena al CS Cormano, con Gangers ’97 e Plasting Mirò che si affrontavano per un succosissimo posto in semifinale di UEFA Cup C5.

Gli uomini di Capitan Spalenza erano sembrati decisamente in palla durante l’ultimo turno in cui si erano sbarazzati di SC Arsenal e avevamo parlato di una squadra col potenziale di mettere in grande difficoltà anche una Elite come Plasting Mirò.

Quello che non ci saremmo aspettati però, come ripreso dalle telecamere di ElFootballTV – clicca e visiona, era la grande prestazione che i ragazzi in maglia blu hanno sfoderato in una serata così importante. I primi minuti della sfida a dirla tutta sono stati di marca Plasting, che è riuscita ad arrivare alla conclusione con Miciaccia e Esposito senza però creare troppi patemi al portiere.

Dopo tanto possesso degli uomini in maglia gialla però, Gangers inizia a far valere la sua velocità in ripartenza creando una grande occasione con Atienza che però spara sull’estremo difensore.

Il numero 8 si fa perdonare poco dopo però: grande intuizione di Losi su corner che vede il compagno tutto solo e Atienza con grande scelta di tempo insacca di testa il gol del vantaggio. 1-0.

Plasting Mirò però reagisce subito e trova il pari con un destro di Capitan Dodaro, complice anche un Paolillo non impeccabile. 1-1 e numero 8 che risponde a numero 8.

Dopo alcuni minuti di studio però, ancora Losi protagonista con una palla recuperata nella trequarti sulla quale lascia partire un preciso piattone che bacia il palo e si infila in porta, riportando i suoi in vantaggio.

Dopo quel gol succede qualcosa di inspiegabile a Plasting Mirò, la squadra si spegne e non riesce più a ritrovare il possesso palla che aveva caratterizzato i primi minuti. Gangers allora sale in cattedra e dopo una occasione sciupata da Talotta, trova il 3-1 ancora con Atienza. Losi va via in dribbling e poi imbecca per Atienza che con un pregevole pallonetto supera il portiere.

Un gol da vedere e rivedere quello del classe ’99. I gialloneri avrebbero una chance per accorciare con Togni dalla distanza, ma il portiere è attento e para, e sullo stesso ribaltamento di fronte Gangers va a segnare. Sfruttando la già citata velocità in ripartenza, una triangolazione fra Talotta e Mundin manda quest’ultimo a segnare nonostante il tentativo di Curti di salvare la situazione.

4-1 quindi e partita che inizia a prendere una direzione precisa. Divario che si fa ancora più largo poco dopo, con Talotta che di fisico riesce a stoppare il rilancio del portiere e liberarsi del proprio marcatore per poi segnare e unirsi alla festa: 5-1.

Gialloneri sempre più frastornati e in balia delle sfuriate avversarie, con Atienza che però sbaglia il gol più facile di tutti colpendo il legno su un bel passaggio di Losi a porta sguarnita. Il numero 8 ci riprova poco dopo ma questa volta è un grandissimo intervento di Turi a mandare la palla sul palo e negargli il gol.

Turi si ripete poco dopo, chiudendo Losi in calcio d’angolo da distanza ravvicinata, e prova a far rimanere a galla i suoi. Deve però arrendersi su un penalty fischiato per un leggero contatto su Losi e che Talotta trasforma senza problemi per il 6-1. Plasting Mirò torna a farsi vedere in avanti con un buon tentativo di Esposito, ma Paolillo si supera e manda in corner. Si chiude quindi così la prima frazione.

Il secondo tempo inizia subito con una buona occasione di Talotta che sciupa il delizioso assist di Spalenza. Plasting Mirò sembra la sorellastra brutta della squadra che conosciamo e non riesce a svegliarsi, e Gangers allora punisce ancora con Losi: il numero 6 resiste ad un contrasto e si ritrova la strada spianata verso la porta, finta di calciare e mette a terra il portiere e poi con tre giocatori a coprire lo specchio trova l’angolo giusto e infila il 7-1.

Arriva anche l’8-1, con Talotta bravo a ribadire in rete una conclusione di Mundin respinta dal portiere e a firmare la tripletta. Plasting Mirò prova a scuotersi con Dodaro che piazza bene, ma ancora un super Paolillo chiude la saracinesca. Poi ci si mette anche la sfortuna con Miciaccia che da pochi passi colpisce la parte bassa della traversa, ma la palla rimbalza verso fuori e non entra.

Buona la terza però: grande discesa di Esposito che allarga per l’accorrente Danilo Dodaro. Il numero 2 vede dall’altra parte Evangelista e lo serve coi tempi giusti, e lui deve solo impattare in rete per il 8-2.

Gangers però non ha finito e continua a dare spettacolo, con Mundin che infila l’angolino con un destro al fulmicotone dalla distanza. 9-2. Plasting senza ormai nulla da perdere riesce a ritrovare un po’ di lucidità e inizia, ormai troppo tardi, a giocare come sa: grande azione costruita dalla propria metà campo, quattro passaggi precisi che mettono infine capitan Dodaro da solo davanti alla porta a siglare il 9-3. Poco dopo è ancora un mitico Paolillo ad evitare il gol sul tiro del numero 9 Esposito.

E allora si va subito dall’altra parte, con il preciso rilancio di Paolillo a trovare Talotta che addomestica e serve Mundin, che a sua volta fa partire un lob per premiare l’inserimento di Losi. Il numero 6 stoppa e calcia senza far cadere il pallone, infilando il portiere in uscita. Gran gol e tripletta personale che vale il 10-3. I gialloneri provano a rispondere con Curti, bravo a eludere il suo marcatore ma meno preciso nel tiro.

E allora arriva la tripletta anche per Mundin, che calcia di potenza su una palla appena respinta dal portiere avversario e mette sotto la traversa il gol del 11-3 che chiude definitivamente i giochi.

Gangers ’97 dimostra che la grande prova della volta scorsa non era solo un exploit. Il collettivo ha una capacità di stare in campo e comunicare di livello superiore, e le individualità tecniche rendono ancora più letale una compagine che fa del gioco di squadra e delle triangolazioni veloci uno dei suoi punti di forza.

La semifinale non può essere un obbiettivo per questa squadra, che ha l’obbligo di crederci fino in fondo ora.

Plasting Mirò torna in campo con una prestazione troppo brutta per essere vera. La squadra che abbiamo visto durante la stagione si è mostrata solo a sprazzi, e gli uomini di capitan Dodaro dovranno ragionare bene su cosa non ha funzionato in questa partita ad eliminazione diretta, per poter preparare al meglio la prossima e imminente stagione.

Come sempre potete trovare il Tabellone UEFA CUP C5 sul ElFootball.com 

Tutte le partite delle fasi finali verranno seguite dalle telecamere e dai redattori di ElFootballTV, quindi preparatevi a vivere un Settembre pieno di calcio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *