Secondo Atto Semifinali Master Over 40, in campo per ben due volte Real Madrink e Civitas danno vita ad un match durato ben quattro giorni… tutto ha iniziato martedì 22 settembre sotto una pioggia battente e dopo aver osservato un doveroso minuto di silenzio per il lutto che ha colpito la famiglia Civitas.

Durerà appena 12 minuti questa sfida, il maltempo rovescerà sulla testa dei protagonisti e sull’intero Comunale di Cormano una vera e propria bomba d’acqua a guastare oltre lo spettacolo le attrezzature degli operatori di ElFootballTV.

Pochi minuti sufficienti però per Madrink per indirizzare il match su binari assai favorevoli e di fatti passano appena 120 secondi e la 10 Marco Gruttadauria la mette dentro; è una gran rasoiata di sinistro quella di Gruttadauria bravo e lesto nell’addomesticare un pallone in piena area di rigore per poi battere Francesco Dessalvi.

Real Madrink nonostante le condizioni meteo riesce a fare del possesso palla l’arma in più, Civitas è costantemente in ritardo e continua ad inseguire il pallone… ben più paziente e ragionato il gioco del team di La Spada.

Civitas sa lottare e nonostante le difficoltà prova a sfruttare le sue doti, come i tiri da lontano o la prestanza fisica, caratteristiche queste che tuttavia non producono gol; la mette dentro invece nuovamente Madrink che all’11, sotto un vero e proprio diluvio porta lo score sul 2-0 grazie a Dario Bergo favoloso nel bucare il centrocampo Civitas come fosse burro per poi seccare Dessalvi con destro fulmineo….

Non ci sono più le condizioni per proseguire, il direttore decreta al minuto 11.58 la sospensione ufficiale della Semifinale.

Si cambia pertanto giorno, scenario, direttore di gara, con le protagoniste in campo quattro giorni dopo; è il sintetico Coperto dello Sporting Mirasole ad ospitare il restante di questa Semifinale, sul terreno di gioco sono ancora presenti i coriandoli piovuti sulla testa dei giocatori Civitas qualche settimana fa in occasione del successo in Coppa OV40.

È al gran completo Civitas, questa volta ci sono tutti, tutti arruolabili per provare l’impresa, provare a centrare la seconda Finale dell’anno nonostante il doppio passivo. Dall’altra parte Real Madrink non pare mai ossessionata dall’impegno… quanto vedremo poco dopo in campo invece, ci restituirà una squadra affamata eccome di successo!

E’ tutto pronto, le Squadre effettuano l’ingresso e al calcio d’inizio subito si intuiscono modifiche importanti in casa Civitas, manca un vero e proprio centroavanti e il Man of the Match della Finale Coppa OV40, Luca Ferrigno è inaspettatamente piazzato in avanti… tutto invece chiaro tra le file dei white del Real, tanta qualità dal centrocampo in su col trio stellare LecchiGruttadauriaBergo, tanta sostanza ed intelligenza in difesa con Capitan La Spada e Bruno a dominare.

Solito giro palla tranquillo, ragionato e soprattutto efficace di Madrink, mentre qualcosa non funziona a dovere in Civitas, incapace di creare gioco, intenta più ad inseguire che ad offendere. Il primo spavento lo corre propria la retroguardia di Mister Rossi, da una semplice rimessa laterale battuta da Bergo, La Spada si ritrova sulla fascia opposta liberissimo di colpire addosso a Dessalvi, quest’ultimo è prontissimo, aiutato poi da Paladina nel disimpegno.

Si resta quindi sul 2-0 virtuale, 0-0 in questo secondo incontro; Civitas si riordina, ma non riesce mai a rendersi pericolosa, le maglie avversari sembrano il doppio, sono sempre nel posto giusto al momento giusto.

La fascia destra è di assoluta proprietà di Madrink, Dario Bergo, colui che sarà il Man of the Match di questa Semifinale fa ciò che vuole, non perde mai il pallone e gioca costantemente a testa alta, come nell’occasione in cui si sbarazza di una doppia marcatura per poi pescare libero appena fuori area Francesco Lecchi.

Quest’ultimo non ha la visione di gioco di Bergo, ma la cattiveria da bomber si e difatti spara forte verso Dessalvi ma non centra i pali. Civitas pare sempre più in difficoltà, non solo non supera la linea mediana, fatica a tenere il pallone.

Alessandro Siclari è troppo lento, non vede mai compagni partire ed allora è feroce il pressing di Lecchi che gli ruba palla servendo Gruttadauria; gran botta della 10 white ma Dessalvi è Spiderman… non si passa!

La gara diviene sempre più maschia, fatica il direttore di gara a tenere a bada il nervosismo e molte azioni sono il risultato delle individualità presenti in campo, come nell’occasione in cui Siclari effettua un traversone molto lungo su cui Paladina prova il gol del secolo in mezza sforbiciata… pallone però troppo troppo alto… applausi comunque per il n°9 Civitas.

Altro squillo di Madrink con Giuseppe Sambin a servire il solito smarcatissimo Capitan La Spada che in perfetta coordinazione, di sinistro batte forte sul solito stratosferico Dessalvi… si resta sul 2-0, Civitas viene ancora una volta salvata dal proprio estremo difensore.

Civitas alle corde… la tensione pre-match si tramuta ora in sofferenza, da Ferrigno a molti altri il dialogo si sposta verso il direttore di gara… e quando questo accade qualcosa non sta decisamente funzionando… Civitas comunque regge e Dessalvi a parte molto lo si deve al super difensore Emanuele Garoli, favoloso in più di un recupero contro i talentuosi Bergo, Lecchi e Gruttadauria.

Sta per finire questo lunghissimo primo tempo, il direttore chiama 3 minuti di recupero e in questi secondi ecco ben due reti. Vantaggio Real Madrink, 3-0 messo a segno da Bergo che servito da Lecchi finge di colpire di sinistro per poi beffare Dessalvi col piede opposto.

Gran gol e tutto sommato più che meritato; decisamente più scenografico e frutto davvero di circostanze e dell’estro di Antonio Caci la rete del pari Civitas, con il n°4 ad aver vinto un vero e proprio duello di lotta greco/romana contro Sambin esplode poi un destro unico da metà campo a lasciare a bocca aperta tutti i presenti, Roberto Romanazzi compreso.

Finisce così il primo tempo, sullo sfondo un Altieri inchiodato in panchina passeggia pensieroso, mentre Mister Rossi non sa davvero come invertire la tendenza. 3-1 palla al centro, al via quelli che per qualcuno saranno gli ultimi 25 minuti della Stagione 2019-2020.

Si riprende dunque e Civitas torna ad avere un terminale vero con Altieri e Ferrigno viene abbassato a giocare in coppia con Francesco Zazzu. Non è affatto male l’avvio di secondo tempo dei ragazzi di Mister Rossi, Zazzu e Paladina provano a colpire da fuori, ma dove non arriva Romanazzi ci pensa il granitico, puntuale Sergio Bruno.

Civitas dunque non passa, mentre dall’altra parte il motore torna nuovamente a girare a mille e quasi quasi ecco il 4-1; gran lob di Bergo a servire Lecchi che bene si libera di Siclari non riuscendo però a colpire forte… impossibile impensierire così il talentuoso Dessalvi.

Scorre il tempo e con esso le speranze di una Civitas sempre più bassa, lontana dalla porta avversaria; Real Madrink gioca al calcio, quello vero, sa girare palla, sa abbassare i ritmi e poi colpire.

Arriva così il 4-1, l’azione è da applausi, Bergo la gira per Sambin che serve sulla fascia Gruttadauria, centro della 10 per Lecchi e gol! Quattro passaggi che mandano in bambola Civitas che pure aveva ben coperto la propria area di rigore… non c’è storia, stasera Madrink è Real!

Finisce qui senza se e senza ma la lotta per la Finale, anche nelle rare occasioni in cui il talento dei singoli riesce ad emergere, Civitas trova difronte a sé il talento altrui…. vedi Ferrigno vs Bruno, il 7 white vince a mani bassi il duello personale.

Davanti Real Madrink continua ad incantare, Bergo fa letteralmente impazzire tutti, anche Garoli (il migliore in casa Civitas) inizia a cedere, come nell’occasione in cui il 14 Madrink lo ubriaca di finte per poi giungere solo davanti a Dessalvi… fortuna di Civitas il piattone all’angolino esce di qualche cm.

Entra anche Perretta nelle file del Real e proprio da un cross di quest’ultimo Bergo impensierisce gravemente Dessalvi il quale ancora una volta vince il duello!

Sembra un allenamento ora, Madrink giunge nell’area di rigore opposta con una facilità disarmante… Lecchi e Bergo fanno ciò che vogliono fino a servire Gruttadauria che ha addirittura il tempo di stoppare, contare i giri del pallone e bombardare il solito statuario Dessalvi… lui si non si piega!

Piccola impennata di orgoglio Civitas che nei minuti finali prova a metterla dentro una seconda volta; è lodevole l’impegno e caparbietà di Altieri, Zazzu e Paladina, ma difronte loro il muro white non si scalfisce neppure.

Arrivano anche gli errori in casa Civitas, Giorgini invece di giocare corto su Ferrigno lancia in piena area di rigore Lecchi steso poi in extremis dal sorpreso Luca Rozzi… è rigore, penalty sacrosanto. È lo stesso Lecchi a battere il rigore: palla da una parte, portiere dall’altra… 5-1

Il 6-1 arriva poco dopo e lo segna Sambin con un mezzo esterno beffardo che gela un Dessalvi stanchissimo, preso letteralmente a pallate… gli ultimi minuti di gioco saranno ancora peggio, un vero e proprio bombardamento in cui anche Perretta e Manicone sfiorano la gioia della rete personale.

Finisce qui, l’ultima azione della gara è di Civitas con la punizione di Giorgini a spegnersi nelle forti braccia di Romanazzi; la Finale sarà dunque Real Madrink vs Solese, una gara da molti attesa fra due Squadre che hanno innalzato a livelli importanti il tasso tecnico dell’Over 40 ElFootball.com.

Appuntamento dunque a venerdì pv, 2 ottobre, Sporting Mirasole Campo Coperto ore 21,30!

Un saluto quindi a Civitas che chiude in Semifinale e con un coppone a casa (Coppa OV40) questa che rimarrà per tutti la Stagione più incredibile di sempre, in cui abbiamo gioito, sofferto, ci siamo preoccupati (e molto), abbiamo atteso e poi ancora atteso ma alla fine ci siamo riusciti… tutti insieme!

Video della gara disponibile su ElFootballTV – clicca e visiona-

Come sempre potete trovare il Tabellone PLAY-OFF OVER 40 sul ElFootball.com 

Tutte le partite delle fasi finali verranno seguite dalle telecamere e dai redattori di ElFootballTV, quindi preparatevi a vivere un Settembre pieno di calcio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *